condonati 94 miliardi alle slot

Nel 2007, però, entra in scena la magistratura.
La procura della Corte dei Conti contesta dunque ai concessionari somme per poco meno di 90 miliardi di euro ( qui l'elenco delle richieste alle singole società).
A mettere in rete gli apparecchi avrebbero dovuto pensarci i concessionari, dieci soggetti privati selezionati dai Monopoli, pena una sanzione per ogni ora di mancato collegamento.I concessionari, essenzialmente, se ne fregano.Da dove viene la cifra di 98 miliardi di euro?Insomma, è vero che un Governo a guida PD abbia definito una sorta di condono alle aziende che operano nel campo delle slot, ma sui 2,5 miliardi di euro e chiedendo un pagamento immediato di una sanzione comminata solo in primo grado.Il problema è nella truffa ai danni dei giocatori, che non è neanche possibile da quantificare essenzialmente perché per anni le macchinette hanno gioca d'azzardo illegale e scommesse tollerate operato in regime fantasma.Le concessionarie sono sostanzialmente condannate, così come lex direttore Generale dei Monopoli di Stato Giorgio Tino eurojackpot 18 08 18 e l Direttore dei Giochi, Antonio Tagliaferri, mentre Annamaria Barbarito, responsabile dellufficio apparecchi da intrattenimento dei Monopoli di Stato, viene esentata da responsabilità.Le slot machine invadono i bar e sostituiscono (o dovrebbero farlo) i vecchi videopoker.98 miliardi di euro dalle slot, di cosa parliamo.Può bastare anche il costo di gettone per le slot machines!La sentenza dei giudici e la vera sanzione.La penale più alta secondo il dispositivo della Corte è da 845 milioni per Bplus.Quello dei 98 miliardi di euro regalati ai signori delle slot machine è un caso da manuale, perché ha il timing perfetto, il nemico perfetto, leroe perfetto e quel retrogusto moralista e bacchettone che piace tanto a una certa tipologia di pubblico.Una (peraltro necessariamente parziale) verifica consente alla Gdf di individuare migliaia di macchinette non collegate, lasciando intendere che il danno erariale possa essere elevatissimo.E ha concluso che lo Stato ha subìto un danno di circa 89 miliardi, ha detto Smiroldo nel processo alla sezione Lazio della Corte dei Conti, presieduta da Salvatore Nottola.Premessa, ritengo che le slot machine nei bar siano sinonimo di un Paese in crisi.Se poi si parla di 98 miliardi condonati, lindignazione è certa!La citazione in giudizio riguarda dieci concessionari (Atlantis World Giocolegale limited, la Snai spa, la Sisal spa, la G matica srl e la Cogetech, spa, Gamenet spa, Lottomatica Videolot Rete spa, Cirsa Italia srl,.b.G.Che vuoi che siano 9 miliardi in più o in meno?
Alle anzeigen, mehr anzeigen.
Multe per anche gli altri operatori: 120 milioni per Cirsa Italia, 245 milioni per Sisal Slot, 100 milioni per Lottomatica, 150 milioni per Gmatica, 115 milioni per Codere, 200 milioni per HBG, 235 milioni per Gamenet, 255 milioni per Cogetech, 210 milioni per Snai.



Vale la pena di sottolineare come solo 6 dei 10 concessionari accettino di aderire alla definizione agevolata, mentre altre 4 sono tuttora in attesa dellappello.
A tuttoggi, non vi è la certezza della regolarità delle operazioni in un settore in cui ballano miliardi di euro e le statistiche potrebbero essere completamente falsate.
Guarda caso condividono un video che viene da una pagina Facebook che si chiama Notizie in Movimento.